lunedì 4 aprile 2011

Ristorante Casina Bianca - Trevignano Romano - Roma


E' il primo sabato primaverile della stagione, il sole è caldo e la squadra Pulcini 2000 del Don Orione, si reca a giocare una partita in trasferta in quel di Bracciano. La partita doveva iniziare alle 16,30, ma prima delle 17 non è iniziato l'incontro. Nel frattempo i bambini giocano la loro partita, per la cronaca terminata 2 a 2, mentre noi genitori ci crogioliamo al sole e ci gustiamo la partita. Dunque sabato pomeriggio, giornata stupenda e a Roma che ci torniamo a fare? Infatti non ci torniamo e decidiamo di rimanere a cena nelle zone limitrofe. Grazie a Mauro, papà di Gianmarco, andiamo a cena a Trevignano Romano, che si trova sulle rive del Lago di Bracciano. Questo ristorante, molto grande e con una bella veduta, serve piatti semplici e con una particolare attenzione al pesce di lago. Arriviamo verso le 19,30 a destinazione, parcheggiamo le macchine e dopo una foto di gruppo di tutti i bambini, entriamo alla Casina Bianca.
Tra adulti e bambini siamo una ventina di persone. Appena ci sediamo, tavolo già preparato per noi, vengono a prendere le ordinazioni dei bambini, così da farli mangiare subito, senza farli attendere molto, anche perchè dopo la partita sono affamati e comunque prima finiscono e meglio è per tutti, dato che poi si spostano fuori e continuano i loro giochi. Comunque questa attenzione posta verso i bambini, è stata apprezzata da tutti noi. Una cosa che mi ha colpito, è che tutti i primi costano sei euro. anche quelli fuori menù. Per esempio Mirco e Massimo hanno preso gnocchi al sugo di porcini, Fabio pasta e fagioli, Fabrizio e il sottoscritto fettuccine champignon e piselli. Le signore erano un pò distanti e non ho visto, comunque tutte belle porzioni e molto saporite. La celerità nel servire le pietanze è un altro dei punti di forza di questo locale. Passiamo ai secondi e qui si spazia dai primi di carne, alla frittura di mare , per finire al pesce di lago. Io ho preso il luccio fritto, mentre Mirco e Massimo hanno optato per il corecone. Mauro e Fabio, si sono buttati sui lattarini. Jacopo si è preso una bella frittura di pesce, sono riuscito ad assaggiare un anellino, era veramente buona. Il tutto è stato accompagnato da una serie di contorni, tipo patatine fritte, insalata verde con pomodori e misticanza ripassata in padella. Da bere acqua, vino rosso della casa e coca cola.
Tutte belle porzioni e di buona qualità. Certo la frittura era congelata, però saporita e digeribile.
Per terminare c'è chi ha scelto il dolce, mentre la maggior parte di noi ha preso fragole con limone e zucchero, tranne Fabrizio che ha deciso di farsi del male, prendendole con la panna.
E' stata veramente una bella serata, i bambini sono stati bene e hanno formato un bel gruppo. Come d'altronde noi genitori, che oltre aver mangiato e parlato, ci siamo divertiti.
A questo punto il prezzo, ecco il tutto è venuto 22 euro a testa, una cifra che rende il rapporto qualità/prezzo quasi perfetto.
Sicuramente è da ritornarci, magari ancora di sera e con le giornate ancora più lunghe, per poter sfruttare appieno la bellezza di un tramonto sul lago di Bracciano.

1 commento:

Michele ha detto...

buono a sapersi
se ricapito a Roma un salto lo si puo' fare
ciao Michele pianetatempolibero

Related Posts with Thumbnails