lunedì 5 gennaio 2009

Elevator de Santa Justa - Lisbona

Devo dire che molte cosa mi sono piaciute di Lisbona, ma questa è una di quelle che più mi sono rimaste nel cuore. Non pensavo che salendo su fino in cima, oltre ad essere arrivato al Barrio Alto, sarei stato così fortunato di vedere un qualcosa che mai più avrei dimenticato.
E si, lo spettacolo è stupendo, il vento del mare, il suo odore di salsedine, ti inebria , ti rende libero. Si libero di sognare, perchè l'atmosfera è quella giusta.
In cima si trova , sulla terrazza, un bar con dei tavolini, in cui non è facile trovare posto, ma una volta seduti è difficile alzarsi. Questo perchè siete accompagnati da un sottofondo di musica brasiliana, che vi allieta la permanenza.
Poi girate lo sguardo e vedete da una parte Belem, dall'altra il Barrio, sotto Placa dos Restauradores, insomma è uno scorrimento continuo di immagini e di colori, senza mai dimenticare la gentilezza e l'educazione di questa gente.
Sin dal momento in cui prendi l'ascensore per salire ti accorgi che lo spettacolo sarà stupendo. Non più di venti persona per volta , un guidatore spinge dei pulsanti, tutto l'interno in legno e il gioco è fatto.
L'elevatore fu costruito a fine Ottocento da un apprendista di Alexandre Gustave Eiffel, precisamente da Raoul Mesnier du Ponsard, anch'egli francese. E' essenzialmente fatto di ferro battuto e abbellito da filigrana.
Per salire, come detto in precedenza , si prende una delle due ascensori, anche se a luglio di quest'anno ne era in funzione solo una. Arrivati al piano, si sale una stretta scala a chiocciola che conduce in cima , dove è ubicato il bar.
L'incendio che distrusse il quartiere del Chado nel 1988 fu spento nelle vicinanza dell'elevatore.
Da notare che se avete acquistato l'abbonamento Viva Viagen, il biglietto per salire o per scendere non lo pagate, altrimenti il prezzo è di un euro e quaranta centesimi.

1 commento:

Claudia ha detto...

ciao Mauro, grazie mille e buonissima befana!!! :-D

Related Posts with Thumbnails