martedì 7 dicembre 2010

Agriturismo Valle della Regina - Cerveteri - Roma


Giornata veramente invernale, è venuta giù tanta di quell'acqua che non sapevo se sarei mai arrivato alla Valle della Regina. Era la prima volta che venivamo in questo posto e l'occasione è stata quella per uscire insieme ai nostri amici e farli conoscere in vista del prossimo capodanno che ci attende in quel di Gubbio. La compagnia è stata ottima, siamo stati veramente bene, anche i bambini, grazie a Carla, si sono divertiti. Certo se il tempo fosse stato più mite, loro si sarebbero divertiti molto, perchè di spazio ce ne è veramente tanto.
Ma comunque siamo venuti per degustare, stare in compagnia e sperare di magiare bene. Ecco abbiamo mangiato bene, ma nulla di più.
Dunque appena arrivati ci siamo seduti al tavolo che avevamo riservato. Inattesa che arrivassero Ale, Mirco e Alessio, abbiamo chiacchierato un pochino e spizzicato qualche pezzetto di pane. Sul tavolo c'era un foglio con la scelta dei piatti relativi al menù fisso e un elenco di altre pietanze fuori menù. Appena siamo tutti presenti, arriva il cameriere il quale prende le ordinazioni. Optiamo per sei antipasti, da dividere fra tutti. L'antipasto è composto da affettati, verdure fritte, fagioli con le cotiche e trippa al sugo. Di queste due ultime pietanze è un assaggio. Arriva anche un piatto di formaggi con delle ricottine. Antipasto buono, con nota di merito per la trippa. Per i primi, nel menù fisso, la scelta è tra polenta e fettuccine ai funghi porcini. Scelgo le fettuccine, che dicono fatte in casa, ma a me non sembra proprio così. Però l'aspetto è buono, meno il sapore. Sono insipide e il condimento non da quel sapore che ti aspetti. La polenta, anche se non l'ho assaggiata, sembrava buona. Alessio l'ha mangiata tutta. Passiamo ai secondi, dove la scelta è fra maialino e abbacchio. Anche stavolta opto per il secondo piatto, cioè l'abbacchio. Però non è il massimo, molto cotto, anzi sembra quasi lessato, troppo molle. Per il maialino, che ha preso Carla, la musica è la stessa. Contorni di verdura cotta, patate e insalata completano il pranzo. Dimenticavo una cosa importante, il vino della casa. Non mi è piaciuto per niente, mi spiace.
Ma ora passiamo ai dolci e qui devo dire che il livello si è alzato notevolmente. Molto buoni, specialmente le ciambelline con sopra lo zucchero a velo. Non so se i dolci siano preparati da loro, ma francamente sono veramente ottimi. La crema catalana presa dalla mia signora, e presentata con una bella fiamma, ha superato brillantemente la prova.
Per terminare il caffè e l'amaro o la grappa. Per dovere di informazione, i menù fissi a 25 euro sono stati quattro, mentre gli altri hanno spaziato tra o un primo o un secondo, soprattutto i bambini. Per esempio tre bambini su quattro hanno preso solo il secondo con un contorno, fuori dal menù fisso.
Spesa totale, circa 27 euro a testa, piccoli compresi, mi sembra una cifra un pò troppo elevata, in rapporto a qualità/prezzo.
Comunque siamo stati bene, la giornata, anche se piovosa, è stata allietata da una buona compagnia.

2 commenti:

Blog sulla Sicilia ha detto...

Ottime info. Forse dovrei parlare anche io di holel e strutture ricettive.

Buona giornata
Tonino

Giovanni Greco ha detto...

Nella speranza che il nuovo anno soddisfi i nostri desideri, auguro a te e a tutti i lettori del tuo blog un felice 2011.

Related Posts with Thumbnails