giovedì 29 settembre 2011

Ristorante "Las Golondrinas" - Siviglia - Spagna


Arriviamo in questo locale dopo aver macinato i nostri 8/10 chilometri giornalieri di camminata. Ci troviamo nel quartiere di Triana, uno dei più interessanti e popolari di Siviglia. Ci si arriva attraversando il fiume, è proprio un bel vedere. Arriviamo all'incirca alle 20,30, il locale è vuoto, si riempirà verso le 22. Ci fanno accomodare e ci dirigiamo al piano superiore, nel senso che il locale è soppalcato e si trovano vari tavoli disponibili. Noi scegliamo dove stare, infatti siamo i primi avventori del locale. Il ragazzo che ci serve ci fa capire, che le pietanze riportate sul menù, non sono per una persona, ma sono grandi e vanno bene per tutti noi. Per cui ci sfiziamo nella scelta, dopo aver ordinato acqua, cerveza e coca per gli ex piccoli.
Ed eccoci alle nostre scelte, che all'inizio si concentrano su un bel tagliere di formaggi con composte varie per la precisione si tratta del caballito de jamo, poi ecco arrivare i pinchitos, cioè fette di pane guarnite con prosciutto e formaggio, per ultimo, ma solo momentaneamente ecco il piatto di chipirones, cioè seppioline ripiene e cotte alla griglia, che buone. Il cameriere, non conoscendoci, pensava che queste tre pirofile sarebbero state sufficienti per saziare la nostra fame. Niente di più sbagliato, così ci facciamo riportare il menù e scegliamo un piatto che Mirco ed io adoriamo, cioè il baccalà. Così scegliamo il bacalao confitado, che consiste in un trancio di baccalà bello spesso condito con pomodorini, qualche spezia e messo sopra una fetta di pane bruscato. Ecco qui abbiamo raggiunto il massimo della valutazione, eccellente a dir poco. Mentre noi due ci gustavamo questa prelibatezza, ecco arrivare il queso, cioè spiedini di carne di maiale, ma talmente teneri e saporiti da far invidia a qualsiasi altro taglio di carne. Insomma con questi due piatti la valutazione del locale è cresciuta esponenzialmente. All'ultimo chiediamo un digestivo e il ragazzo ci lascia una bottiglia con misto cherry e anice. Buono ed è stato offerto dal locale.
Arriviamo al conto, compreso 50 centesimi di coperto a testa. Totale 86 euro, cioè poco più di 14 euro a testa. Vogliamo aggiungere qualcosa?
No, solo che è da provare, la qualità e il prezzo hanno ampiamente ripagato la nostra camminata.

1 commento:

TuristadiMestiere ha detto...

ottima recensione...e poi io adoro i pinchitos!!!

Related Posts with Thumbnails